Curriculum allegato all’offerta tecnica – Mancata sottoscrizione – Non comporta esclusione (art. 83 d.lgs. n. 50/2016)

TAR Napoli, 01.08.2019 n. 4216

Deve essere respinto il primo motivo, con cui è stata dedotta la mancata sottoscrizione del curriculum da parte del professor -OMISSIS-, indicato dalla controinteressata quale direttore di cantiere, dal momento che non vi è alcuna disposizione della lex specialis che imponesse un tale adempimento a pena di esclusione, nemmeno come requisito di completezza e valutabilità dell’offerta; in proposito, ritiene il Collegio di aderire a quell’orientamento, secondo cui non legittima l’esclusione di un concorrente l’avere allegato all’offerta tecnica dei curricula non sottoscritti dai professionisti, qualora nessuna clausola prevedeva tale formalità, tanto meno a pena di esclusione; in simili ipotesi, invero, occorre applicare il principio secondo cui, stante il principio della tassatività delle cause di esclusione e il favor partecipationis, non è possibile disporre la esclusione per carenze documentali non espressamente sanzionate dalla legge di gara (TAR Sicilia Catania sez. III, 29 aprile 2011, n. 1071); va aggiunto, tra l’altro, che il curriculum del direttore tecnico e quello del direttore di cantiere non sono parte essenziale dell’offerta tecnica, ma meri allegati, né documenti decisivi ai fini dell’attribuzione del punteggio (…), dal momento che sono le tre relazioni di accompagnamento, illustrative dei dati di esperienza pregressa riferibili alle predette figure professionali a costituire il sostanziale ed unico oggetto di valutazione e di apprezzamento tecnico da parte della commissione. Va anche rilevato come del contenuto del curriculum non è nemmeno prospettata l’oggettiva inattendibilità, a riprova della rilevanza meramente formalistica della contestazione [rif. art. 83 d.lgs. n. 50/2016].

Contra, sul punto, TAR Roma, 04.07.2019 n. 8849 già pubblicata su questo sito.