Segnalazione ad ANAC – Impugnazione – Inammissibilità (art. 213 d.lgs. n. 50/2016)

TAR Firenze, 18.01.2021 n. 62

Ponendosi nel solco della prevalente giurisprudenza (T.A.R. Campania, Napoli, sez. VII, 21 dicembre 2018, n. 7307; T.R.G.A. Trento, 2 agosto 2018, n. 175; T.A.R. Sicilia, Palermo, sez. II, 31 maggio 2018, n. 1229), la giurisprudenza della Sezione ha già da tempo concluso per l’inammissibilità dell’impugnazione di una segnalazione che assume valore solo prodromico ed endoprocedimentale: come ripetutamente chiarito dalla giurisprudenza, la segnalazione alla suddetta autorità è un “atto prodromico ed endoprocedimentale e, come tale, non impugnabile, poiché esso non è dotato di autonoma lesività, potendo essere fatti valere eventuali suoi vizi, unicamente in via derivata, impugnando il provvedimento finale dell’Autorità di vigilanza, unico atto avente natura provvedimentale e carattere autoritativo (da ultimo, cfr. Cons. Stato, sez. VI, 20 novembre 2017, n. 5331)” (T.A.R. Toscana, sez. I, 26 febbraio 2018, n. 302, punto 7 della motivazione).

[rif. art. 213 d.lgs. n. 50/2016]