Gara telematica – Seduta pubblica per apertura dei plichi in un orario diverso rispetto a quello della convocazione – (art. 58 d.lgs. n. 50/2016)

TAR Campobasso, 10.07.2019 n. 239

In estrema sintesi, la ricorrente ha denunciato l’illegittimità degli atti impugnati sotto i seguenti profili:
le operazioni di apertura dei plichi si sono tenute “ad un orario diverso rispetto a quello della convocazione”.
Il motivo appare infondato, dal momento che la gara è stata gestita telematicamente, sicché la garanzia della integrità delle offerte è insita nella stessa procedura informatica, indipendentemente dalla presenza o meno del pubblico: “in siffatte ipotesi, quandanche la lex specialis recasse la previsione di una distinta fase pubblica destinata all’apertura delle offerte, l’eventuale omissione sarebbe comunque irrilevante, atteso che la gestione telematica della gara offre il vantaggio di una maggiore sicurezza nella conservazione dell’integrità delle offerte in quanto permette automaticamente l’apertura delle buste in esito alla conclusione della fase precedente e garantisce l’immodificabilità delle stesse, nonché la tracciabilità di ogni operazione compiuta; inoltre, nessuno degli addetti alla gestione della gara può accedere ai documenti dei partecipanti, fino alla data e all’ora di seduta della gara, specificata in fase di creazione della procedura” (T.A.R. L’Aquila, Sez. I, 19/01/2019 n. 54).