Aggiornamento Linee guida ANAC sulla tracciabilità dei flussi finanziari al nuovo Codice dei contratti pubblici

Pubblicata la Delibera ANAC n. 585 del 19.21.2023 recante nuovo aggiornamento delle Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi della Legge n. 136/2010, per effetto dell’entrata in vigore del D.Lgs. n. 36/2023 e considerata la necessità di fornire indicazioni urgenti sulle nuove modalità di acquisizione del CIG in vigore dal 1 gennaio 2024.
ANAC ha precisato che nel caso di affidamenti tra amministrazioni pubbliche (di regola esenti), qualora si verifichino trasferimenti di denaro al di fuori del perimetro pubblico, tali movimenti devono essere tracciati: ad esempio, nel caso in cui vengano disposti subappalti o subaffidamenti in favore di soggetti privati.
Allo stesso modo, occorre il CIG nel caso di prestazioni svolte in regime di amministrazione diretta, è stato precisato che laddove siano effettuati acquisti di materiali o di beni oppure siano previsti affitti o noli, i pagamenti disposti in favore di terzi devono essere assoggettati a tracciabilità.
Con riferimento ai servizi sociali, le indicazioni sono state aggiornate al nuovo quadro normativo di riferimento, inoltre è stato chiarito che il regime semplificato di acquisizione del CIG previsto per tali affidamenti fa salva l’applicazione degli obblighi relativi all’utilizzo di conti correnti dedicati e di strumenti di pagamento tracciabili ed è stata precisata la modalità di applicazione della normativa in materia di tracciabilità nel caso di contributi erogati agli enti del terzo settore.
Sono state precisate, inoltre, le modalità di applicazione della normativa sulle concessioni demaniali, distinguendo le ipotesi in cui vi sia una prevalenza della componente servizi e quindi l’oggetto della concessione sia qualificabile come concessione di servizi e non di beni; in particolare è stato chiarito che, al di là del termine utilizzato, è opportuna l’applicazione della normativa sulla tracciabilità.

fonte: sito ANAC