Informazioni false o fuorvianti suscettibili di influenzare le decisioni della Stazione Appaltante – Causa di esclusione – Valutazione (art. 80 d.lgs. n. 50/2016)

TAR Genova, 30.09.2019 n. 742 

L’attitudine dell’informazione fuorviante di influenzare indebitamente le decisioni dell’amministrazione sulla selezione, attenendo ad una tipica causa di esclusione dalla procedura (art. 80 comma 5 lett. c-bis D. Lgs. n. 50/2016), dev’essere valutata in astratto – implicando un immediato vantaggio per la ricorrente – e non richiede la così detta prova di resistenza (cfr. TAR Piemonte, I, 04.01.2019, n. 19). [Nell’ipotesi] di dati tecnici [dell’offerta] da dichiararsi da parte di un operatore professionale del settore, può ritenersi che l’informazione, di carattere obiettivamente fuorviante, sia stata fornita, se non per dolo, quantomeno per negligenza professionale (cfr. art. 1176 comma 2 cod. civ.), donde il ricorrere della causa di esclusione di cui all’art. 80 comma 5 lett. c-bis D. Lgs. n. 50/2016.