Mancata indicazione delle quote di assunzione dei lavori all’interno dell’ATI: quando comporta esclusione

SeA no name mini

Cons. Stato, sez. V, 27.04.2015 n. 2063
(sentenza integrale)

“Osserva il Collegio che la distinzione tra raggruppamenti orizzontali e raggruppamenti verticali rileva ai fini del diverso grado di intensità dell’onere dichiarativo gravante sui raggruppamenti temporanei, in sede di offerta, relativamente all’indicazione delle quote percentuali di partecipazione e delle quote di esecuzione delle prestazioni; in particolare si deve ritenere non illegittima la mancata specificazione da parte di una A.T.I. verticale nell’offerta delle quote percentuali di partecipazione e delle quote di esecuzione delle prestazioni nel caso in cui non vi sia una espressa prescrizione della lex specialis e la quota di ripartizione sia desumibile dalle classifiche possedute dalle imprese facenti parte dell’A.T.I..
La mancata indicazione in sede di offerta delle rispettive quote di assunzione dei lavori può comportare l’esclusione dei concorrenti soltanto nell’ipotesi di effettiva e insanabile incertezza sulla suddivisione delle rispettive prestazioni all’interno del raggruppamento e sul connesso profilo della dimostrazione della qualificazione per la categoria prevalente da parte della capogruppo e, per la categoria secondaria, da parte della mandante.
Quando il raggruppamento è di tipo misto, sostanzialmente di tipo verticale, la suddivisione delle opere avviene verticalmente nelle categorie da cui è composto l’intervento ed orizzontalmente al loro interno. Nel caso di specie il disciplinare di gara (che alla lettera i.1 del punto 2, prescrive per i raggruppamenti temporanei l’indicazione “dei lavori o della quota di lavori”) sembra aver recepito detta differenziazione tra raggruppamenti di tipo verticale ed orizzontale; ai fini del riparto delle quote era quindi sufficiente l’indicazione delle lavorazioni svolte da ciascuna associata, perché le percentuali delle singole lavorazioni erano indicate nel bando di gara.

www.giustizia-amministrativa.it