Stipulazione del contratto – A seguito della notificazione di istanza cautelare innanzi al TAR – E’ inibita (Art. 32, Nuovo Codice d.lgs. 50/2016)

TAR Bari, 01.06.2016 n. 288 decr.

Nel tempo intercorrente tra la data odierna e quella della prima camera di consiglio utile per la trattazione collegiale della domanda cautelare avanzata con il ricorso, la posizione soggettiva dedotta dalla ricorrente in giudizio non è tale da poter essere pregiudicata in modo irreparabile, in quanto a norma dell’art. 11, comma 10 ter dlgs n. 163/2006, è inibito alla stazione appaltante di procedere alla stipula del contratto dal momento della notificazione dell’istanza cautelare fino a quando non sia pronunciato il provvedimento cautelare di primo grado o non sia pubblicato il dispositivo della sentenza di primo grado adottata ai sensi dell’art. 60 cod. proc. amm.;
Rilevato che analogo principio è affermato dall’art. 32, comma 11 dlgs n. 50/2016 (recante “Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.”).