Affidamento diretto di servizi di centralizzazione

Chiarimenti sulla portata della sentenza del Tar che ha respinto il ricorso contro la delibera ANAC – Attività della società Asmel
 
Il Comunicato del Presidente fornisce chiarimenti in merito alla portata della recente sentenza del Tar Lazio (sez. III, n. 2339 del 22 febbraio 2016) che ha respinto il ricorso presentato dalla società Asmel contro la delibera Anac n. 32 del 30 aprile 2015 “Sistema Asmel società consortile a r.l”, confermando integralmente tutti i rilievi formulati dall’Autorità. In generale è stato confermato che Asmel non poteva considerarsi legittimata ad espletare attività di intermediazione negli acquisti pubblici, peraltro senza alcun limite territoriale definito.
 
L’eventuale affidamento diretto di servizi di centralizzazione, o di sola intermediazione negli acquisti, può ritenersi legittimo solo se disposto nei riguardi di un ente operativo sul quale è esercitato un controllo analogo congiunto da parte dei soli comuni coinvolti direttamente nella costituzione di tale soggetto strumentale.