Omessa indicazione degli oneri di sicurezza aziendali o per rischio specifico – Non comporta esclusione se non espressamente previsto dal bando – Rileva ai soli fini della valutazione di anomalia (Artt. 86, 87)

admin-seaConsiglio di Stato, sez. III, 07.09.2015 n. 4132
(sentenza integrale)

“Quanto all’obbligo di indicazione nella offerta economica degli oneri di sicurezza le argomentazioni reiettive del Tar devono essere confermate atteso che nessuna comminatoria di esclusione era stata prevista dal bando di gara in caso di mancata indicazione degli oneri di sicurezza, né la mancata indicazione è prevista tra le cause di esclusione indicate dall’art. 46 co. 1 bis del codice degli appalti.
Si richiamano i precedenti specifici di questo Consiglio in materia in cui si è evidenziato che in caso in cui il bando non contenga una comminatoria espressa, l’omessa indicazione nell’offerta dello scorporo matematico degli oneri per la sicurezza per rischio specifico non comporta di per sé l’esclusione dalla gara ma rileva solo ai fini dell’anomalia del prezzo (Cons. Stato III, 1030/2014; VI n.3964/ 2014; V n.4907/2014)”.

www.giustizia-amministrativa.it

RISORSE CORRELATE